MANITOBA_Cover_3000px

Il 9 marzo 2018 è uscito “DIVORAMI”, il debut album dei MANITOBA pubblicato da Sugar con la produzione esecutiva di Woodworm. Il nuovo lavoro del duo formato da Filippo Santini e Giorgia Rossi è disponibile negli store digitali e sulle piattaforme di streaming, mentre il formato fisico è previsto per il 23 marzo:

iTunes

Amazon digital

Google Play

Spotify

Ecco il calendario delle date live ad oggi confermate:

10/03 Firenze – Flog w/ Fast Animals and Slow Kids

23/03 Milano – Magazzini Generali w/ Edda

13/04 Roma – Monk

25/04 Genova – Supernova Festival

11/05 Torino – TBA

DIVORAMI

“Divorami” è il titolo del primo album scritto da Filippo Santini e Giorgia Rossi Monti, che dal 2014 si esibiscono sui palchi di tutto lo Stivale sotto il moniker Manitoba. Questo disco è nato con ogni probabilità da una scintilla accesa quasi 15 anni fa in riva al mare di Baratti, vicino Piombino, quando i due protagonisti di questa storia s’incontrarono per la prima volta e, ancora senza saperlo, si legarono indissolubilmente per gli anni a venire in un sodalizio artistico e di vita. E così come fu naturale giocare su quel bagnasciuga, estate dopo estate, nella fase della vita in cui tutto è più puro e autentico, altrettanto spontaneamente la musica è entrata nella vita dei due ragazzi e fluisce oggi libera nelle dieci canzoni che compongono questo lavoro.

Quel che colpisce immediatamente nell’ascoltare i Manitoba, infatti, è proprio l’assenza di calcolo e artifici perchè Filippo e Giorgia scrivono canzoni così come bevono acqua e le interpretano con quella gioia travolgente e quella stessa disinvoltura con cui da piccoli si scatenavano ogniqualvolta i loro genitori premevano il tasto play per godersi un disco.

Grazie alla sapiente guida del produttore Samuele Cangi ed alla supervisione artistica di Andrea Marmorini, i due artisti si sono messi completamente a nudo, senza paura di sbagliare o di scavare troppo entro se stessi. Il risultato è un album variopinto, che travolge l’ascoltatore in un viaggio coraggioso e intriso d’amore autentico, in cui le voci s’intrecciano in maniera inedita fino a fondersi con l’R’n’B della sezione ritmica, l’elettronica dei synth e l’alternative rock delle chitarre graffianti.

I contenuti sono altrettanto trasversali ed è così che brani come il singolo apripista “Hollywood Pompei” restano in testa con una naturalezza disarmante, pur trattando temi assolutamente non banali come il passare del tempo, i pregiudizi della società moderna, la libertà sessuale o, ancora, la rivoluzione culturale di David Bowie. Un altro esempio è la title-track “Divorami”, ispirata alle poesie di Bukowski, in cui passaggi come «Ti penso e non ti cerco, ti cerco e non ti penso mai» ritraggono l’eterno rincorrersi, tra speranza e disperazione, dell’amore descritto nelle opere dello scrittore statunitense.

E proprio nel titolo è racchiusa la chiave di lettura di questo viaggio: una scelta che allude a quella voracità creativa di due songwriter mai sazi di respirare vita e trasformarla in musica, fiduciosi che questo disco «lo divori qualcuno, nello stesso modo in cui divora un pranzo chi ha davvero fame».

TRACK BY TRACK

DIO NEI MIEI JEANS

Un’alba meravigliosa, rosa, o forse di tutti i colori possibili. Un’alba che appena la guardi ti fa sentire come Dio, immortale nei tuoi vestiti di tutti i giorni, come i tuoi jeans preferiti. Un’alba che ti fa venire voglia di non accettare nessun compromesso e di non rinunciare a niente. Quando la guardi puoi prendere tutto quello che vuoi e vivere la vita davvero, senza avere paura di sbagliare. Un’alba che insomma è la metafora della tua forza d’animo interiore, che ogni tanto nella vita ti trovi davanti, quasi inaspettatamente, e ti viene da chiedergli “Che cosa mi fai? Come fai a farmi sentire così sicuro di me stesso? Resta insieme a me per sempre.” Una canzone che ha avuto vari arrangiamenti, abbiamo dovuto faticare molto per arrivare al punto finale, che ha soddisfatto tutti. Il lavoro di Samuele e Andrea, che ha inciso delle chitarre formidabili, è stato fondamentale.

STAI SU

“Prestami un polmone, che non respiro più”. Questa canzone parla di fiducia. Fiducia tra le persone, che spesso manca in questo viaggio antico e difficile che tutti dobbiamo compiere. Cantiamo una frase a testa, come se fossimo uno di fronte all’altro. Speriamo che ogni persona che la ascolti possa trovare un’altra persona con cui cantarla, come facciamo noi. Perché delle volte la musica serve solo a questo: cantare insieme nel buio per farsi forza. Il muro di bassi di Samuele che entra nel pre-ritornello, fa tremare le budella, e sottolinea al meglio la frase più importante: “Seguimi, senza capire, ancora un po’”.

DIVORAMI

La title track è ispirata a Bukowski e alle sue poesie d’amore disperato. Un amore disperato eppure pieno di speranza. E’ meglio ubriacarsi, non fare niente e guardare il cielo piuttosto che stare con qualcuno che ci fa soffrire. Ma non è sempre così facile dimenticarsi una persona e, in fondo, un po’ ci piace stare su queste montagne russe; è sadico sì, ma ci fa sentire vivi. Abbiamo scritto questo pezzo poco prima di entrare in studio, ed è bello che sia finito nel disco e che gli abbia dato il titolo, “Divorami”.

ANDIAMO FUORI

Chitarre fuzzate, basso ipnotico e concetti semplici: “che si fottano gli schermi, oggi andiamo fuori, corriamo con i lupi nel fango e torniamo a essere umani”. Un po’ di rabbia in questo disco ci voleva, un nemico scontato ma reale (la tecnologia) che delle volte ci fotte davvero la testa. Meglio prendere un po’ d’aria. Per questo pezzo è stato essenziale l’apporto del nostro batterista, Jack Carlone, e del nostro amico Yed che hanno jammato sulla parte ritmica che poi Samuele ha rimesso a punto.

HOLLYWOOD POMPEI

Un viaggio da Pompei a Hollywood, dal passato fino al presente. Un parallelo tra due civiltà, così simili e diverse nello stesso tempo. Così come Pompei è stata distrutta, così un giorno potrà essere sommersa la stella di Hollywood. Sommersa con tutti i suoi pregiudizi, falsità, giochi di potere, droga e inquinamento. Il nostro protagonista, con la sua sessualità indecisa e affascinante, si trova in mezzo a questo casino del mondo, e più degli altri fa fatica a farsi spazio, tra il bigottismo e la paura dell’altro che lo circondano. Per questo sogna di diventare come David Bowie, il suo idolo, e sfruttare la propria diversità per fare capire a tutti la potenza e la bellezza della ribellione, che rende veri, liberi e soprattutto felici. Il solo di chitarra è ispirato all’album Ziggy Stardust And The Spiders From Mars.

SI RITORNA A CASA

Abbiamo scritto questo testo in macchina, mentre tornavamo a casa. Eravamo stanchi e un po’ incazzati, non l’uno con l’altro. Avevamo la melodia e la musica, ma ci mancava il testo. Ci siamo fatti trasportare dal viaggio, e abbiamo scritto quello che volevamo dire. E’ stato diverso rispetto agli altri testi perché è venuto di getto, all’improvviso. Abbiamo pensato che ritornare a casa, stanchi, dopo le battaglie, è sempre stata una cosa comune per tutti gli uomini di tutti le epoche, un’azione importante che ha sempre decretato il momento del riposo e dell’unione con le nostre cose più care. Tutti abbiamo una casa, qualunque essa sia, che ci dà la forza e la sicurezza per “rimanere in piedi” nonostante la tempesta. Questa canzone parla di questo.

MOSCHE

Un pezzo dance elettronico, con una chitarra esplosiva e uno special alla stranger things. Per divertirsi e sentirsi potenti, pronti a “schiacciare tutte le mosche”.

IN QUESTO FREDDO e GLACIALE

Descriviamo questi pezzi insieme, perché secondo noi si assomigliano. E’ giusto che siano attaccati e che rappresentino la parte “invernale” e “allucinata” del disco. E’ come se fossero dei viaggi interspaziali in inverni paralleli, bianchi e ghiacciati, in cui anime di diverse entità si cercano, si scrutano, si toccano, senza mai veramente afferrarsi. Abbiamo cercato di scrivere poesie urbane interspaziali per anime infreddolite. I suoni sono comunque simili al resto dell’album, ed entrambi, non a caso sono stati i primi in ordine di tempo ad essere arrangiati e prodotti da Samuele, che ha fatto via via un grande lavoro di allineamento per queste due tracce al resto dell’album che si stava creando.

AIDA & MELLOTRON

Un nostro amico è diventato padre. Eravamo felicissimi, quasi increduli. Poi ci è arrivata la notizia. Pochi giorni dopo la nascita, alla bambina è stato diagnosticata una grave malattia agli occhi. Rischiava di diventare cieca. Abbiamo chiamato il nostro amico, che sì, era triste e preoccupato, ma nella voce aveva una forza e una grinta inarrestabili, nessuna malattia avrebbe reso la sua bambina meno felice meno perfetta degli altri. A fine telefonata ci ha detto: «ho scritto anche un racconto su questa cosa, leggetelo». Lo abbiamo letto e ci siamo emozionati, subito abbiamo cominciato a scrivere accordi melodia e testo della canzone, dedicata a tutti i bambini come Aida costretti a lottare ancora prima di sapere camminare. Questo pezzo ha il nome della bambina, a cui poi è stato aggiunto “Mellotron” visto che Samuele ha suonato questo incredibile e raro strumento (del The Garage Studio). Il racconto si può leggere a questo link -> CLICCA QUI

MANITOBA – BIOGRAFIA

Manitoba è un progetto nato a Firenze nel 2014. Filippo Santini e Giorgia Rossi Monti si conoscono dall’infanzia, ben dodici estati a giocare spensierati sul bagnasciuga di Baratti, vicino Piombino. Da subito appare chiaro che entrambi condividono un amore smisurato per la musica e per il ritmo, senza preclusione di generi, ciò che conta è quell’indescrivibile emozione che li portava sin da bambini a ballare ogni qualvolta i genitori ascoltassero un disco. Poi a 14 anni i Nirvana cambiano la vita di Filippo, mentre sarà un concerto di Battiato a sortire lo stesso effetto su Giorgia. Gli anni dell’adolescenza vedono il primo impegnarsi con abnegazione nel cercare altri coetanei rapiti dal demone del rock’n’roll; dopo aver fondato e sciolto varie formazioni locali, inizia l’avventura con i Cento (precedentemente Blue Popsicle) con i quali condivide 7 anni di storia e oltre 300 intensissimi concerti. Proprio nel momento in cui la felice parabola della band volge al termine, Filippo ritrova Giorgia e, da quel momento, appare chiaro ad entrambi che il loro sodalizio umano ed artistico coincide con il desiderio di mettere la musica al centro delle proprie vite. Gli ascolti onnivori dei due ragazzi li porteranno a comporre – prima in versione acustica e poi con i preziosi arrangiamenti curati assieme al talentuoso producer Samuele Cangi – quel mix di elettronica, r’n’b e alt- rock, che costituisce il codice sonoro della formazione assieme ad un innovativo approccio nella stesura delle linee melodiche vocali. Una svolta importante avviene nel dicembre 2016 quando i Manitoba si classificano al secondo posto del RockContest di Controradio, esibendosi nella serata finale davanti ad una ricca giuria di addetti ai lavori e artisti quali Alberto Ferrari (presidente di giuria), Colapesce, Iosonouncane e Giulio Ragno Favero de Il Teatro degli Orrori. Da quel momento il duo fiorentino condivide il palco con alcune delle più interessanti formazioni italiane quali Motta, OneDimensionalMan, His Clancyness, Nobraino e Colombre, e con star internazionali come Of Montreal o gli scozzesi Franz Ferdinand, che scelgono i Manitoba come supporter ufficiali in occasione del loro concerto al Beat festival di Empoli nell’estate 2017. Tra i concerti memorabili restano l’esibizione davanti a oltre 30.000 persone in occasione del Capodanno a Firenze prima di Marco Mengoni e l’opening- act per gli Ex-Otago presso il club milanese Alcatraz, gremito in ogni ordine di posti. Anche la stampa si accorge presto dei Manitoba e così arrivano le nomination come “Miglior Promessa 2017” su Repubblica Musical Box e il premio “New Live Band” 2017 e 2018 su Keeponlive.com. Nella primavera del 2017 Sugar firma in esclusiva discografica ed editoriale i Manitoba, pubblicando prima il singolo “Brasilia” – in radio e tv dal 2 giugno – per poi arrivare alla release del debut album “Divorami” in uscita il 9 marzo 2018.

READ MORE:

MANITOBA

https://www.facebook.com/manitobaofficial/

https://www.instagram.com/manitobaofficial/

manitobaofficial.it

Label

SUGAR

http://www.sugarmusic.com/it

Management:

WOODWORM

http://www.woodworm-music.com/

Booking:

LOCUSTA

http://www.locusta.net/