Fast Animals and Slow Kids – ALASKA (cd/lp)

Fast Animals and Slow Kids – ALASKA (cd/lp)

 9.99 19.99

1. Overture
2. Il Mare Davanti
3. Come Reagire Al Presente
4. Coperta
5. Te Lo Prometto
6. Calci In Faccia
7. Con Chi Pensi Di Parlare
8. Odio Suonare
9. Il Vincente
10. Grand Final

Inserisci qui il codice per il download:

CONTROLLO DANNI CORRIERE :  AL MOMENTO DEL RICEVIMENTO DEL PACCO SI CONSIGLIA DI FIRMARE SEMPRE “CON RISERVA DI CONTROLLO” VICEVERSA NON E’ POSSIBILE  EFFETTUARE RECLAMI AL CORRIERE O SOSTITUIRE COPIE EVENTUALMENTE DANNEGGIATE. NON TUTTI GLI URTI DEL TRASPORTO SONO VISIBILI ESTERNAMENTE, SOPRATTUTTO PER QUANTO CONCERNE I VINILI.
DOWNLOAD CODE :  SI TROVANO ALL’INTERNO DEL VINILE E SI SCARICANO DA QUESTA PAGINA NELL’APPOSITA AREA
VINILE MARMORIZZATO : I VINILI MARMORIZZATI PER LORO NATURA PRESENTANO DIFFORMITA’ ESTETICHE DA COPIA A COPIA, L’IMMAGINE  INDICATA IN QUESTA PAGINA E’ PURAMENTE INDICATIVA DELL’ASPETTO FINALE DEL PRODOTTO, IL PRODOTTO CHE VI VERRA’ CONSEGNATO NON SARA’ PERFETTAMENTE IDENTICO A QUELLO NELL’IMMAGINE DIMOSTRATIVA. QUESTO NON E’ UN DIFETTO MA UNA CARATTERISTICA DEL PRODOTTO.
Svuota

Descrizione

Alaska

Codice catalogo: WW020 Alaska

Distribuzione: Audioglobe – The Orchard

Formato: CD digipack / LP 12″ (ed. limitata WHITE 500 copie) / DIGITAL

Data di pubblicazione: 3 ottobre 2014

Prima ristampa 3 Febbraio 2017 : vinile ARANCIO 12″ 140 grammi con download card mp3  250 copie numerate  | vinile AZZURRO 12″ 140 grammi con download card mp3  250 copie numerate  

 

ww020lp_mockup2

alaska

L’Alaska è uno stato federato degli Stati uniti d’America.

Questo almeno è quanto ci dice Wikipedia che di fatto risulta essere la fonte primaria di informazioni riguardo un luogo su cui nessuno di noi quattro ha fino ad ora mai messo piede

Precisiamo questo perché vogliamo essere sicuri, prima di procedere, che nessuno di voi possa credere anche solo ad una delle molte parole che blatereremo qui di seguito.

Il fatto è che l’Alaska che abbiamo cercato di descrivere non è quella reale, possiede una morfologia del tutto personale, ha la forma di un ricordo più che di una nazione vera e propria.
L’Alaska dei FASK è solo una lettura passiva di uno dei diari di un archeologo ossessionato da una civiltà antica, criptica e apparentemente irraggiungibile. Una civiltà così ardua da comprendere che proprio per questo diventa anche l’unico argomento di cui si vorrebbe capire tutto, di cui si vorrebbe aver piena conoscenza e piena padronanza.

Dunque perdonate sin da ora i nostri errori geografici, così che si possa andare avanti come se nulla fosse.

L’Alaska è un luogo molto distante.
Tipo quelle conversazioni con persone molto più intelligenti di te. Come quel momento in cui il tuo migliore amico decide di cambiare vita e va a vivere in un altro paese dimostrandoti che “per farcela” basta semplicemente comprare un biglietto Ryanair.

L’Alaska è uno spazio enorme senza punti di riferimento.
Come quando spegni la luce di una stanza in cui non sei mai stato.

Alaska è il nome di una ragazza.
Ed è una ragazza gelida: “it’s so cold in Alaska”.

Alaska è l’ultimo ed esaustivo passo armonico prima di buttare via tutto e reiniziare dalle basi, ripartire con qualche anno in più ed una certezza che ora come ora non c’è.